Cerca nel Blog

venerdì 7 marzo 2014

Mini-Blog Tour Helena di Ornella Calcagnile e Giveaway finale!

Buona sera Bookaholics e benvenuti alla seconda tappa del Blog Tour del romanzo Helena di Ornella Calcagnile!


Cliccando sulla foto verrete condotti all'evento Facebook!


CALENDARIO MINI-BLOGTOUR

1 - Presentazione opera e blog tour 3 marzo; Le passioni di Brully

2 - Intervista autrice 7 marzo; Atelier di una Lettrice Compulsiva

3 - Recensione 14 marzo; Romanticamente Fantasy

4 - Giveaway 21-28 marzo, Atelier dei Libri

REGOLE PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY FINALE

Mettere "Mi piace" alla pagina Helena
Diventare Lettori Fissi dei blog che partecipano al BT
Mettere "Mi piace" alle pagine dei blog

Veniamo adesso all'intervista!



Ciao Ornella e benvenuta su Atelier di una Lettrice Compulsiva!
Grazie per l’ospitalità, sono davvero contenta di essere accolta da Atelier di una Lettrice Compulsiva, perché è uno dei primi blog a cui mi sono affezionata iniziando a girovagare tra i lit-blog.

A quale età hai iniziato a scrivere e quando hai capito che la scrittura era parte integrante del tuo essere?
Ho iniziato a scrivere verso i 21 anni, dopo aver rinunciato all’idea di disegnare fumetti e ad accompagnare i testi con foto o illustrazioni. Creare il lato visivo mi portava via molto tempo a discapito della narrazione e a quel punto capii di dover riversare tutta la mia attenzione sul testo. Mai avrei pensato di arrivare a scrivere un romanzo da pubblicare, era un semplice hobby e ora è una grande passione.

Quando hai deciso di scrivere Helena e come è stato il percorso che ti ha portato alla pubblicazione?
Ho scritto Helena nel 2008. Iniziò come esperimento, un testo breve con immagini, poi negli anni è cresciuto e si è sviluppato, diventando un romanzo completo. Nel 2012 mi sono decisa a metterlo in gioco. Il percorso è stato lungo, perché prima di buttarmi in quest’avventura, ho riflettuto ed esitato tanto. Dopo aver messo la parola fine alla revisione, ho cercato più informazioni possibili su editori e modalità d’invio, perdendo altro tempo a stilare presentazione, sinossi (odio le sinossi) e scheda riassuntiva. Ho inviato il romanzo a molte case editrici e fortunatamente la Ute Libri mi ha dato una chance, credendo nel mio lavoro. Una bella soddisfazione.

In quale personaggio del tuo libro ti rispecchi di più?
A esser sinceri non mi rispecchio in nessun personaggio. Quando scrivo, come un attore mi calo nella parte assegnata, cercando di rendere reali umori e sensazioni, discostandomi da ciò che direi o farei io.

Ti andrebbe di raccontarci un po' del cambiamento che fa la protagonista del libro? Come ha fatto Cornelia a diventare Helena?
Cornelia è una ragazza gracilina, posata, romantica e che tiene al suo aspetto. Studia, ha un ragazzo che ama, rispetta la famiglia; è la classica brava ragazza che vive sotto una campana di vetro. Cosa l’ha spinta a cambiare? Due forze interiori, l’istinto di sopravvivenza e il desiderio di vendetta. Anche se spaesata e atterrita, decide di combattere e difendersi con le proprie energie dal vampiro che sarebbe tornato a prenderla. La ragazza debole e vulnerabile è costretta a fare esercizio, maneggiare armi e a mettere da parte le sue abitudini e la sua vanità. Cornelia diventa Helena, certamente più forte, ma moralmente dilaniata: la voglia di rivalsa le dà vigore ma il dolore delle perdite la indebolisce. Non è né una super donna né un’eroina, è pensata per essere una qualunque ragazza che improvvisamente si trova coinvolta nel soprannaturale e ho immaginato il suo graduale mutamento dalla prima alla seconda identità.

All'inizio del libro troviamo un ragazzo dagli occhi rossi che compirà un gesto mostruoso nei confronti di Cornelia. Tuttavia devo dire che è riuscito indubbiamente ad attirare la mia attenzione. Vorresti parlarci di lui?
Il ragazzo dagli occhi rossi, Cassian, ha una lunga storia alle spalle che nel romanzo è riassunta in breve, svelando il necessario. Il vampiro ha avuto un’infanzia difficile, talmente difficile da ricorrere alla magia oscura e ai demoni per avere una vita decorosa. Nel lasso di tempo che Cassian ha per godersi la sua nuova realtà, incontra l’amore e si dedica completamente alla sua donna finché il destino non lo porta a diventare vampiro e a perderla per sempre. Rinuncia per lungo tempo ad amare, fino al momento in cui non sente l’esigenza di avere una partner, un po’ per noia, un po’ per riscaldare la sua esistenza. Nonostante le buone intenzioni, gli istinti, l’egoismo e la sofferenza, inducono il vampiro ad agire in modo violento e sadico, prendendo ciò che vuole con la forza e giocando con le vite altrui. Insomma, Cassian è un personaggio con la psiche devastata, in bilico tra umanità e mostruosità. Sa amare e donare tutto se stesso pur non rinunciando alla sua indole oscura. Lui è sicuramente il mio personaggio preferito!

Oltre a questo vampiro ci sono anche cacciatori di vampiri che hanno "addestrato" Cornelia/Helena al combattimento. Come sei riuscita a caratterizzarli in maniera così differente tra di loro?
Oltre a basarmi sul background differente, ho da subito affibbiato ai cacciatori un ruolo e una caratteristica predominante che mi hanno aiutato a delinearli nel corso della storia: il maturo e responsabile; il sensibile e premuroso; il genietto dispettoso; il gradasso divertente e play boy e il cacciatore responsabile afflitto dal senso di colpa. Costruite le fondamenta, ho poi sviluppato il resto, dando vita a personaggi che seppur diversi trovano punto di unione nella caccia al male.

Come ti sei sentita una volta concluso il romanzo?
Come mi sono sentita? In ansia, perché sapevo di dover iniziare un altro lavoro, quello degli invii e delle presentazioni. Sottoporre la propria opera a estranei è come sottoporre una parte del nostro cuore. La fine di un romanzo è l’inizio di un calvario fatto di attese e non-risposte, molto meno piacevole della fase di stesura.

Come invoglieresti il lettore a comprare il tuo romanzo? Cosa lo differenzia dagli altri Urban Fantasy che calcano la scena attuale?
Il mio urban fantasy penso si differenzi per la dinamicità. C’è tanta azione, molti cambi di scenario e personaggi per tutti i gusti. Si passa da scene movimentate a scene più tranquille che improvvisamente tornano a farsi turbolente. Credo proprio che sia questo il punto di forza del mio romanzo e per citare una lettrice che ha colto nel segno: … incede veloce in una trama ricca di cambi repentini. I fatti si susseguono velocemente, cambiando e invertendo il senso di marcia aprono a continui nuovi scenari.

Che cosa è per te la scrittura? E la lettura?
La scrittura è gran parte di me. Quando scrivo sono felice, mi sento viva e quando cado nel blocco dello scrittore, improvvisamente, mi spengo e sento un gran vuoto dentro. La lettura mi aiuta anche quando non riesco a scrivere, è evasione, emozione, avventura, ma anche apprendimento e analisi. Un libro mi può far vivere una grande storia e contemporaneamente insegnarmi qualcosa. La scrittura e la lettura riempiono le mie giornate e non sarei la stessa senza.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Mi piacerebbe proseguire con Helena e portare alla luce altri romanzi conclusi. Sicuramente, continuerò a lavorare per migliorarmi, non si finisce mai di imparare e spero che il mio impegno porti a buoni risultati.

Grazie infinite Ornella per l'intervista e ti auguro con tutto il cuore che i tuoi sogni si realizzino!
Grazie mille per l’intervista e il sostegno. Dietro questo blog ci sono persone valide e ritengo di aver trovato non solo una blogger in gamba ma una buona compagna, anche se online.

Questa intervista vi ha incuriosito vero?! Che aspettate allora? Andate a comprare Helena oppure continuate a seguire il mini blog tour per avere la possibilità di partecipare al giveaway finale! Non ve ne pentirete!





4 commenti:

  1. bellissima intervistaaaaaaaaaa sono sempre piu curiosa di leggere questo libro sopratutto perche amo i combattimenti e l'azione nei libri , se non ci fossero quelli sarebbero molto noiosi ( per me ) sono curiosa di conoscere questa nuova protagonista che circondata da una cupola di vestro si e ribbellata con la sete di vendetta... davvero meraviglioso comunque davvero complimenti all'utrice per essere arrivata a questo traguardo perche so che non e facile eppure quando si avvera e come se la vita rinizia dal quel momento ... <3 davvero complimenti :):)

    RispondiElimina
  2. Cosa posso dire?!!! L'intervista l'ho trovata veramente molto bella, intrigante e simpatica. Di conseguenza ora sono sempre più curiosa di sapere cosa succede nel romanzo, per questo motivo non vedo l'ora di poterlo leggere! ;) Detto ciò faccio i miei più sinceri complimenti ad Ornella! :D

    RispondiElimina
  3. Bellissima intervista =) Questo libro mi ha affascinata sin da subito, sia per i commenti letti in giro per il web, sia per la trama. Amo il genere urban fantasy e quando ho letto la trama di questo libro, mi sono ripromessa che lo avrei letto. Questa intervista mi ha incuriosita ancora di più =)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)